Come funzionano gli inverter nel sistema fotovoltaico: la chiave per l’ottimizzazione dell’energia solare

Il sistema fotovoltaico è sempre più diffuso per la generazione di energia rinnovabile. Gli inverter, dispositivi chiave, convertono la corrente solare continua (DC) in corrente alternata (AC) utilizzabile. Monitorano la produzione energetica, regolando tensione e frequenza per massima efficienza. Tecnologie avanzate, come il MPPT, ottimizzano la produzione in base alle condizioni ambientali. Gli inverter si dividono in due tipi principali: inverter in stringa e ibridi. La scelta dipende dalla configurazione e dalla presenza di sistemi di accumulo. Possono essere collocati vicino ai pannelli (stringa), centralizzati per impianti grandi, o con sistemi di accumulo. La posizione dipende da fattori come dimensioni, tipo di inverter, spazio e normative locali.

Il sistema fotovoltaico è una tecnologia sempre più popolare per la generazione di energia rinnovabile. Mentre i pannelli solari svolgono il ruolo principale nella conversione dei raggi solari in energia elettrica, gli inverter svolgono un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione dell’energia solare.

Gli inverter sono dispositivi elettronici che convertono la corrente continua (DC) prodotta dai pannelli solari in corrente alternata (AC), che è quella utilizzata nelle case e negli uffici. Senza gli inverter, l’energia prodotta dai pannelli solari non sarebbe utilizzabile.

Gli inverter sono anche in grado di monitorare la produzione di energia solare e di regolare la tensione e la frequenza dell’energia in uscita per garantire che sia compatibile con il sistema di distribuzione elettrica. Ciò garantisce che l’energia solare prodotta sia utilizzata in modo efficiente e ottimale.

Inoltre, alcuni degli inverter più moderni includono anche tecnologie avanzate, come la massimizzazione del punto di potenza (MPPT), che consente di ottimizzare l’energia prodotta dai pannelli solari in base alle condizioni di luce e temperatura ambiente. Ciò significa che gli inverter sono in grado di trarre il massimo vantaggio dall’energia solare disponibile in qualsiasi momento della giornata, massimizzando così la produzione di energia elettrica.

Calcola il tuo preventivo in pochi click

Puoi recuperare il 50% della spesa sostenuta per il tuo impianto in 10 anni, detraendola dalle tasse.

Configura la tua soluzione

Inserisci il tuo indirizzo qui sotto e calcola ora il tuo preventivo personalizzato in pochi clic.

Quante tipologie di inverter esistono?

Gli inverter sono distinti in due categorie principali: 

  • inverter in stringa, impiegati nelle configurazioni senza batterie di accumulo, 
  • inverter ibridi, progettati per operare in sinergia con sistemi di accumulo energetico.

Inoltre, tali inverter possono essere ulteriormente classificati sulla base della tensione elettrica del contatore, monofase quando la tensione è di 220V mentre trifase quando la tensione è di 380-400V.

La selezione appropriata della potenza dell’inverter è strettamente correlata alla capacità dell’impianto fotovoltaico in questione, rappresentando una decisione cruciale nell’ottimizzazione complessiva del sistema.

Dove collocarli?

Gli inverter possono essere collocati in diverse posizioni a seconda del tipo di sistema e delle esigenze. Ecco alcune opzioni comuni:

  • Inverter in Stringa: Gli inverter in stringa sono solitamente installati all’interno di un edificio, vicino agli array fotovoltaici. Questi inverter convertono l’energia prodotta dalle stringhe di pannelli solari in corrente continua (DC) in corrente alternata (AC) per l’uso domestico o l’inserimento nella rete elettrica.
  • Inverter Centralizzati: In alcuni impianti di grandi dimensioni, potrebbe essere utilizzato un inverter centrale che converte l’energia proveniente da più stringhe di pannelli. Questi inverter sono spesso installati in un locale tecnico o in un’area appositamente designata.
  • Inverter Ibridi e Sistemi di Accumulo: Gli inverter ibridi, che lavorano in combinazione con sistemi di accumulo come batterie, sono spesso collocati all’interno di un edificio, in modo da facilitare il monitoraggio e la gestione dell’energia immagazzinata.

La scelta del posizionamento dipenderà da vari fattori, tra cui le dimensioni dell’impianto, il tipo di inverter, la disponibilità di spazio, le condizioni ambientali e le normative locali. È importante considerare l’accessibilità per la manutenzione e il raffreddamento adeguato degli inverter per garantirne il funzionamento ottimale nel lungo termine.

In sintesi, gli inverter sono il cuore del sistema fotovoltaico e svolgono un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione dell’energia solare. Scegliere l’inverter giusto per il tuo sistema fotovoltaico è fondamentale per garantire che la tua produzione di energia solare sia utilizzata in modo efficiente e ottimale.

Apri chat
Apri chat
Ciao! Hai bisogno di aiuto?
Scrivici un messaggio ed un membro del team ti risponderà a breve